Translate

domenica 15 gennaio 2017

Creare un paesaggio con acqua sfumata e un cielo stellato

video

venerdì 25 novembre 2016

Novità del nuovo Photoshop 2017


L'Adobe ha rilasciato la nuova versione di Photoshop 2017. Qui, in questo tutorial le novità:




video

Divisione dei Toni con Photoshop Camera Raw





Un tutorial, breve ma ottimo sulla Divisione dei Toni con Photoshop. Ricordo che possono essere elaborati in Camera Raw anche i file Jpeg.






video

mercoledì 23 novembre 2016

Bellissima galleria di Digital Art







           
                       http://imgur.com/gallery/nZySB





                                                 
                                               
                                           

                                             
                                               

domenica 6 novembre 2016

Azioni per un effetto vintage

 10 di azioni di Photoshop ideali  se si vuole dare lo stesso mood ad una serie di immagini.
Attenzione: le azioni potrebbero non funzionare correttamente se utilizzate con una lingua differente rispetto a quella originale, In questo caso si può passare alla versione in inglese per poi ritornare a quella in italiano. Per questo basta andare su "impostazioni"

domenica 17 luglio 2016

Effetti di luce con Light Artist

Continuiamo la carrellata di programmi interessanti e free:

Ecco qui un altro programma facile da usare, che ci permette di giocare con particolari effetti di luci sulle nostre fotografie, tanto da renderle accattivanti e affascinanti. Svariate le possibilità tutte da sperimentare e che renderanno le vostre foto uniche e particolari. Potrete renderle luminose, tristi o romantiche.Illimitate le atmosfere che potrete creare. Potrete sistemare anche le foto sottoesposte e potenziare i colori in aree da voi stabilite.


                                         

 Ecco il link: https://light-artist.it.uptodown.com/windows


sabato 16 luglio 2016

HELICON FILTER

Ecco a voi un programma free semplice da usare ma che vi darà delle grandi soddisfazioni. Si tratta di Helicon Filter. Questo programma ha molte funzioni, potrete lavorare sul colore,illuminazione,  nitidezza e il rumore delle vostre fotografie. Numerosissime la funzioni di fotoritocco che qui non sto ad elencare ma che potrete scoprire da soli e molto semplicemente. Ecco il link per il download:




                                     










venerdì 15 luglio 2016

CREARE UNA GIF ANIMATA CON JOHN TRAVOLTA

                  

                       Vuoi inserire John Travolta che si muove spaesato in una tua fotografia?                                                                                                                                

                                                  Creiamo per questo la GIF ANIMATA 

                       Scegli una tua fotografia, max 2Mb, come immagine di sfondo e poi                                                                collegati a:
                                                
                          


                         http://www.photofunny.net/cat-animations/confused-travolta-meme-gif
                                             
                                                 e  segui le semplicissime istruzioni

 
                                                                     .Fatto?

                   Ora puoi  scaricare il file GIF cliccando su download, oppure condividerlo                    su  Facebook o sul Social di tuo gradimento

giovedì 31 marzo 2016

Per una risoluzione ottimale e di qualità delle vostre fotografie su Facebook operate in questa maniera su Photoshop:

Verticali

  • Vai a Dimensione immagine (Immagine / Dimensione immagine) e ridimensionare a 900×600 px
  • Nelle opzioni Dimensione immagine, assicurarsi che siano selezionate “Ricampiona” e “bicubiche (pendenze regolari)”. Fare clic su OK.
  • Salva per Web (File / Salva per Web)
  • Selezionare il formato: PNG-24
  • Deselezionare “Trasparenza”
  • Deselezionare “interlacciato”
  • Selezionare “Incorpora profilo colore”
  • Selezionare “Converti in sRGB” e utilizzare “Internet standard (Nessuna gestione del colore)” dal menu a discesa.
  • Incorpora i metadati come meglio credi nel prossimo menu a tendina
  • Salvare il file in una cartella sul disco rigido o direttamente su Facebook.

Orizzontali:

  • Vai a Dimensione immagine (Immagine / Dimensione immagine) e ridimensiona a 2048 px di larghezza (questo non solo è accettato da Facebook per la vostra pagina, ma permette anche maggiore risoluzione per coloro che visualizzano l’immagine da computer. Rende per i paesaggi epici)
  • Nelle opzioni Dimensione immagine, assicurarsi che siano selezionati nel menu a discesa “Ricampiona” e “bicubiche (pendenze regolari)”
  • Salva per Web (File / Salva per Web)
  • Selezionare il formato: JPEG
  • Qualità: 100 (È possibile, tuttavia, partire da 75-80 con nessuna differenza di qualità evidente.)
  • Blur: 0
  • Deselezionare “Progressivo”
  • Deselezionare “ottimizzata”
  • Selezionare “Converti in sRGB” e utilizzare “Internet standard (Nessuna gestione del colore)” dal menu a discesa
  • Incorpora i metadati come meglio credi nel prossimo menu a tendina
  • Salvare il file in una cartella sul disco rigido o direttamente su Facebook.
  • Fare la stessa procedura di upload a un album sulla tua pagina come sopra
  • Godetevi la qualità epica delle immagini su Facebook

sabato 26 marzo 2016

Stalkerhacker


Ecco Whatsdog, un'app che spia un vostro contatto, chiunque esso sia su Whatsapp. App da veri e propri stalkehacker.Monitora costantemente una persona informandovi quanto restano online con grafici e calendari. Avrete tutto il controllo su la persona che intendete spiare. Addirittura se lo spiato metterà l'opzione per non far vedere gli ultimi accessi, l'app aggirerà il blocco. Questo il link dell'app:  http://whatsdog.it.uptodown.com/android

martedì 22 dicembre 2015

Acquerello da una fotografia

Un acquerello con Photoshop CC 2015. Naturalmente con calma ci si può inserire altra texture più idonea. Ho reso l'idea della potenzialità di questo programma.



                                                            Un acquerello in pochi minuti.

venerdì 6 novembre 2015

Un visualizzatore di foto gratuito e molto versatile

ImageGlass3 è un ottimo programma non solo per visualizzare le nostre fotografie ma anche per usarle in maniera insolita e divertente. Un programma gratuito che ci permette di sistemarle al meglio per una presentazione e anche per caricarle direttamente su Facebook senza problemi.
Questo programma inoltre ci da la possibilità di convertire le fotografie da un formato all'altro e stamparle direttamente.
Un programma sviluppato da appassionati del settore, seguito e continuamente aggiornato. Veloce nella visualizzazione, semplice e intuitivo.
Si può impostare in italiano solo quando ne abbiamo completata l'installazione, basta fare click sulla consueta rotellina dentata in alto, si va su Language e si seleziona Italiano.

Questo il link per l'installazione:

Altri mondi, altri social: non per tutti.

 In questi giorni  mi sono ritrovato a leggere delle statistiche su facebook che lo danno in fase di stanca,( -22% dallo scorso anno), gli utenti postano meno e minore quindi è l'utilizzo di diari e pagine (-37%). Probabilmente a lungo andare il "copia e incolla" di fotografie altrui, di frasette fatte e di bufale costanti, per non parlare dei fastidiosi virus, ogni tanto spalmati per bene a nostra insaputa, a ignari "amici", iniziano a stancare anche i social-patici. E' un dato di fatto: prima o dopo il giochino stanca e si getta in un angolo. Ed è qui che si inizia ad andare oltre. La nascita di nuovi social che travalicano i confini della fantascienza, stanno per l'appunto attirando utenti web-maturi , che vogliono esplorare i nuovi mondi che il virtuale ci sta regalando. Nella mia ricerca  da esploratore della Pattuglia del Tempo, mi sono imbattuto in questo Social ancora in fase Beta: ETER9. Come entrare in un buco nero. In un'altra dimensione. Puro Stargate. Questa nuova piattaforma ha per il momento qualche migliaia di utenti: cybernauti di tutto rispetto. Eter9 ti promette la vita virtuale eterna! Un grande esperimento che lavora con l'intelligenza artificiale del suo ologramma. Funziona come tutti i social ma noi ci saremo anche quando spegneremo il nostro pc. Eter9 lavorerà per noi interagendo con i nostri contatti. quindi anche dopo una nostra morte virtuale o biologicamente vera. Come farà vi chiederete voi! Bè imparerà tutto di noi da ciò che vi pubblicheremo, dai commenti che faremo, da come ci comporteremo all'interno del social. E come vi dicevo continuerà a farlo anche quando spegneremo il PC: noi saremo sempre lì! L'ologramma penserà e scriverà per noi interagendo virtualmente con i nostri contatti o con i "Niners", altri utenti virtuali, che rappresentano il vero utente che in quel momento ha spento il proprio PC, o nel frattempo è biologicamente morto! Dunque più useremo questo Social, più l'ologramma ci conoscerà profondamente e non solo capirà come siamo ma come saremo in futuro donandoci quindi la vita virtuale eterna!

Come il solito vi scrivo l'indirizzo web di Eter9 che è https://www.eter9.com/auth/login

Qui l'articolo apparso su Repubblica per quanto riguarda Eter9





giovedì 5 novembre 2015

"Lo spione" a Facebook

Vuoi sapere chi è stato a toglierti l'amicizia su facebook ma non sai come fare? Eccomi qui per te sprovveduto internauta facebookiano!

Per prima cosa devi avere come browser Google Crome, Morzilla e Explorer non servono, se non ce l'hai scaricatelo direttamente. Fatto? Digita sulla barra degli indirizzi www.edmaster.it/url/4930 fatto?
Installa quindi il COMPONENTE AGGIUNTIVO "UnfriendBook". Fatto questo ti apparirà a destra in alto, e cioè accanto alla barra degli indirizzi a destra, un simbolo verde di SPUNTA, cliccaci sopra!! A questo punto senza indugio fai un altro bel click  sul link "First, you need to go to this page". Questo ti permetterà  di entrare nel tuo account facebook e così autorizzererai UnfriendBook a spiare per te!
A questo punto il gioco è fatto e ti basterà cliccare nuovamente sul simbolo verde di spunta, in alto a destra di fianco alla barra degli indirizzi, di UnfriendBook per fare il primo controllo sulla lista dei tuoi amici.

La prima volta la nostra app spiona farà un rapidissimo controllo sui vostri amici, pochi minuti, comunque tutto dipende sempre dal loro numero, e vi scriverà, nome per nome, coloro i quali hanno disattivato completamente il loro account, da quando siete voi stessi entrati in facebook. Poi nel tempo, quando una mattina accenderete il vostro PC, e accederete al vostro diario e vi troverete un numeretto mancante tra i vostri "amici", e vorreste sapere chi è stato a lasciarvi così impunemente senza un addio, ecco che vi basterà cliccare sulla spunta verde, che sarà rimasta là in alto a destra, cliccateci una volta, ma se serve anche due, e il nostro magico spione vi darà nome e cognome del fuggitivo o dei fuggitivi!!

Eccovi il link diretto per UnfriendBook logicamente se state già usando, come ho spiegato, Google Chrome:

https://chrome.google.com/webstore/detail/unfriendbook/glonanlcfjmllafabbhalblddbeofhjc?utm_source=chrome-ntp-icon

giovedì 27 agosto 2015

La nostra vita da internauti. Google si tiene tutto. Ma la legge ci permette di cancellare tutto questo. Ecco come fare!

Google e così gli altri motori di ricerca conservano tutte le nostre attività che svolgiamo su internet. Bè direte voi, facile cancellare tutto: vado su Cancella Cronologia e così sparisce tutto. Proprio per niente. Verrà cancellato solo sul PC ma niente di più. Google conserva tutto di tutti ben altrove. Tutta la vostra vita sul web quindi è trascritta a chiare lettere in ogni caso.Come fare per cancellare tutto? Google lo permette sempre se una volta aperta quella pagina ne avrete il coraggio. Tutte quelle informazioni dovrebbero essere visibili solo a noi ma la possibilità che qualche bel tipo se le possa scaricare è sempre fattibile. Quindi vediamo come cancellare ogni traccia veramente!

Allora questo è l'indirizzo:

https://history.google.com/history

Vi verrà chiesto di inserire il  vostro account google. Quindi una volta aperta la pagina eccovi comparire le statistiche di navigazione e scorrendo, tutti i siti che abbiamo visitato nella  nostra vita da internauti, e dico proprio tutti partendo naturalmente dal più recente.

Vi verrà un colpo, ve l'assicuro! Vi è tutto, ma proprio tutto, fin nei minimi particolari: ore,descrizione delle ricerche, immagini e così via.

A questo punto potete cancellare tutto, definitivamente e per sempre.

Auguri.

giovedì 30 luglio 2015


Navigare sul Deep Web, l'altra faccia di Internet. 
  The Onion Router, TOR, è un sistema per navigare gratuito, per niente difficile, che permette di nascondere il proprio indirizzo IP e la propria identità, questo succede perchè   la connessione viene spalmata fra vari computer  in tutto il mondo. Per entrare nel Deep devi scaricare  il browser  TOR,  una versione modificata di Firefox configurata in modo da collegarsi alla rete TOR senza interventi particolari da parte dell’utente. Per farlo, andate al sito Internet di Tor Browser Bundle e cliccate sul link 32/64-bit che trovate accanto alla voce Italiano (IT) ,nella colonna Microsoft Windows.Una volta completato  lo scarico questo si apre facendo doppio click su di esso ( torbrowser-install-4.x.x_it.exe) e nella finestra che si apre si clicca prima su "OK" e poi su "Sfoglia". Selezionate la cartella in cui estrarre Tor Browser e premete su "installa" per completare l’operazione. Comunque le solite cose.Entrate nella cartella in cui avete estratto Tor Browser, avviate il collegamento Start Tor Browser e cliccate sul pulsante Connetti.  Si aprirà una versione modificata di Firefox  per navigare nel Deep Web.  Per navigare basta digitare un indirizzo nella barra degli URL del browser. Per disconnettersi è semplicissimo, basta cliccare sul pulsante con la X in alto a dx e tutte le vostre attività sul Deep Web si volatirizzeranno



domenica 10 agosto 2014

Olympus Stylus 1 : una bridge super zoom!!


Ecoo a voi un'Olympus eccezionale, con uno zoom F/2,8 fisso e WI-FI integrato. Un corpo di soli 116x87x57 e un peso di soli 402 grammi. Un'obiettivo equivalente a un 28-300 millimetri, e con un mirino elettronico, indispensabile per fotografare bene, molto definito. Una macchina evoluta e adatta per qualsiasi tipo di fotografia.







                                                                     









        Questo il link del gruppo della Stylus 1 di Flickr:






Gardin, così ho catturato i mostri a Venezia

Gardin, così ho catturato i mostri a Venezia
Piero Negri
La Stampa
11/07/2014
Il grande fotografo ha documentato con i suoi scatti l’invasione delle mega navi passeggeri in Laguna: “Un atto di denuncia e d’amore”
Una delle fotografie di Gianni Berengo Gardin esposte a Milano nella rassegna «Mostri a Venezia». Da oggi al 28 settembre a Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14; orari: mercoledì-domenica 10-18
Trovare i soggetti da fotografare non è stato un problema: «Ci sono stati giorni – racconta Gianni Berengo Gardin – in cui tra arrivi e partenze mi sono passate anche sedici navi sotto gli occhi». Bastava svegliarsi all’alba per avere davanti a sé - e nell’obiettivo - lo spettacolo terrificante dei colossi delle crociere nel Canale della Giudecca, a Venezia.
«Alle sei del mattino ero lì ad aspettarle all’ingresso del porto. L’uscita era molto più comoda, tra le cinque e le sette della sera».
Dice che la mostra che inaugura oggi a Milano è «un atto di denuncia e un gesto d’amore» e si capisce che nulla, se non l’amore, può spingere un grande fotografo come Berengo Gardin, oggi ottantatreenne, ad appostarsi alle prime luci del mattino per scattare - tra il 2012 e il 2014 - le trecento immagini in bianco e nero dalle quali ha poi selezionato le 27 dell’esibizione.
«Fino ai quindici anni - racconta - ho passato a Venezia buona parte delle vacanze estive. Poi mi sono trasferito lì e ci ho vissuto fino al 1965. In Laguna ho trascorso gli anni della formazione, a Venezia sono nati mio padre, mia moglie e i miei figli. È l’amore per la città che mi ha quasi obbligato a realizzare questo reportage, che non aveva alcun committente. È stata un’idea mia, che ho portato a conclusione da solo: avrei voluto mostrarlo prima di tutto dove sono nate le immagini, ma dalle istituzioni locali non ho avuto risposta. Forse per difendere i posti di lavoro legati alle navi da crociera, la città non affronta volentieri la questione. Al mio invito aveva aderito solo una piccola galleria, alla quale ho dovuto dire di no: volevo che il lavoro avesse un impatto diverso, più forte, ed è per questo che, grazie al Fondo ambiente italiano, il Fai, faccio la mostra a Milano».
Il titolo è «Mostri a Venezia», la sede è la Villa Necchi Campiglio: la mostra, senza didascalie («Mi è parso che il messaggio fosse già chiarissimo così») è aperta fino al 28 settembre, da mercoledì a domenica, dalle 10 alle 18. «Si tratta - dice netto Berengo Gardin - di un lavoro di denuncia. Ho fatto spesso reportage sociali, ma come questo forse soltanto uno, Morire di classe, nel 1968, con Carla Cerati, ispirato da Franco Basaglia, un viaggio nell’inferno degli ospedali psichiatrici, dei “manicomi”, come si diceva allora. È chiaro che queste immagini sono molto meno drammatiche, qui la vittima non è una persona ma la bellezza. Il passaggio delle grandi navi passeggeri aggredisce un equilibrio ambientale già fragile, e alle fondamenta di Venezia fa danni che non vediamo ma che sono potenzialmente gravissimi. Sono immagini fuori scala, forti, un po’ assurde, che sembrano artificiali. E invece sono pura e semplice realtà».
È come se si chiudesse un cerchio. Tra i duecentocinquanta libri fotografici che ha pubblicato in cinquant’anni di lavoro, quello che lo lanciò era dedicato a Venezia: «Uscì nel 1965 per un editore svizzero - dice Berengo Gardin - con testi di Giorgio Bassani e Mario Soldati raccontava una città che oggi non esiste più. E la differenza tra questi due lavori segna esattamente il passaggio da quel tempo al nostro: allora la città apparteneva ai veneziani, oggi appartiene ai turisti. Non è cambiato, invece, il mio punto di vista, che è quello del racconto. Le mie foto non sono assolutamente artistiche, con i miei reportage ho sempre e solo avuto l’obiettivo di testimoniare la mia epoca, di documentare ciò che mi sta intorno».
Né attualità né arte, Berengo Gardin, sempre fedele al bianco e nero e alla pellicola, percorre la strada stretta della testimonianza: «Non rifiuto il digitale per ideologia è perché il digitale spinge a fotografare troppo. Qui a Milano si vede la pubblicità di una macchina che dice: “Non pensare, scatta!”. Ecco, io invece ai miei allievi raccomando il contrario: prima di tutto, pensate. E se veramente è il caso, solo se davvero vi sembra opportuno, poi scattate».

mercoledì 11 giugno 2014

Farsi un bel selfie


                     

Venire bene in foto? Non è necessario esserefotogenici: il segreto sembra essere tutto nella mascella.Esistono infatti dei trucchi per venire bene nelle foto e il fotografo Peter Hurley ci spiega che… è tutta questione di mandibola.

Il segreto su come apparire bene in foto è svelato in un video postato da Pere Hurley in cui vi sono numerosi esempi pratici su come posizionare corpo, testa ma soprattutto mandibola, in modo da risultare fotogenici.
Siccome il modo in cui viene posizionata la mascella è uno dei motivi per cui nelle foto veniamo bene o male, per i ritratti frontali il fotografo chiede ai suoi clienti di portare in avanti la fronte (e quindi tutta la testa e il mento) verso la macchina fotografica, in modo che la pelle del collo e delle guance sia ben tesa.
Inoltre, nel video il fotografo spiega che la maggior parte delle persone tende a reclinare troppo il capo all’indietro, finendo col perdere espressività nelle foto.
Dal minuto 7 circa vengono mostrate le foto di alcuni clienti in varie posizioni, a partire da quelle “naturali” fino ad arrivare a quelle “protese” decise da Hurley e, in effetti, la differenza e soprattutto il risultato finale sono notevoli.
Il consiglio principale è quello di esercitarsi di fronte ad uno specchio, in modo da capire come risulterete assumendo una determinata posizione.



da: http://www.ladyblitz.it/video/come-venire-bene-foto-trucco-tutta-questione-mandibola-1536989/

giovedì 20 marzo 2014

ProShow Gold - Inserimento di un titolo nello Slideshow (+playlist)

Ho tentato con questo tutorial di gettare le basi per l'approfondimento del programma ProShow Gold, che come vado ripetendo è il miglior programma per slideshow attualmente in commercio. Inoltre un prezzo accessibile lo fa diventare veramente appetibile. In altri miei post di questo blog trovate il link di un manualetto in PDF di una vecchia versione.








                                                          



lunedì 17 marzo 2014

Fuori tempo (+playlist)


Un altro video di mie fotografie scattate recentemente. Lo slideshow naturalmente è stato fatto con proshow/gold